Corso
Elenco corsi a.a. 2021/2022
Anno accademico 2021/2022

Latino VII con esercitazioni di composizione LC0321

5 ECTS
Docenti
Sede di Roma
Secondo semestre

FINALITÀ

1. Durante il Corso, lo studente conversa e scrive adeguatamente in latino, rapportandosi allo stile di Tacito, Plinio il Giovane, Apuleio, Girolamo, Agostino, con adeguata lettura, traduzione e riassunto orale dei brani scelti. Inoltre, è in grado di individuarvi la fraseologia utile per la costruzione di periodi vicini alla sensibilità comunicativa odierna. 2. Consegue le necessarie abilità stilistiche per la stesura di recensioni, profili, letterari di autori antichi, articoli scientifici ed è anche in grado di presentare in latino descrizioni, situazioni personali, riflessioni su fatti di attualità e cronaca. 3. Sul fronte didattico acquisisce competenze nella traduzione di frasi e brani di versione dal greco in latino, nel commentare in latino passi di autori classici che presentino problemi di interpretazione testuale o filologica, nonché di rielaborazione di un intero apparato critico ad paginam, nella formazione e interpretazione dei termini moderni in latino, per finire con la conoscenza degli elementi fondamentali di prosa ritmica classica relativi al cursus e alle clausulae.

ARGOMENTI

Le lezioni si articolano in questi punti: 1. Presentazione stilistica di Tacito, Plinio il Giovane, Apuleio, Girolamo, Agostino con lettura filologica di un passo scelto per ogni autore, in cui si analizzano, per una conoscenza completa degli strumenti espressivi, l’uso delle iuncturae, gli stilemi, le figure retoriche. 2. Retroversione dall’italiano in latino, proposta come esempio da applicare a tutti gli altri scrittori, di un passo scelto negli autori studiati, per un uso corretto dello stile. 3. Sviluppo, a fini accademici, delle tecniche di composizione per la stesura di recensioni, profili letterari di scrittori antichi, articoli scientifici. 4. Applicazione dei metodi di composizione per la stesura di descrizioni, situazioni personali, riflessioni su fatti di attualità e cronaca. 5. Infine, una serie di lezioni sarà riservata agli approfondimenti tecnici sul cursus e le clausulae.

TESTI

PAOLI U. E., Scriver Latino (Milano, 1965) rist.; SPRINGHETTI E., Institutiones stili Latini (Roma, 1954); CUPAIUOLO F., Guida a tradurre in lingua latina (Firenze, 1969); MINKOVA M., Introduction to Latin Prose composition (Wauconda, Illinois, 2007); MINKOVA M. – TUNBERG T., Reading an exercises prose composition: from Antiquity to the Renaissance (Newburyport MA, 2004); FOSTER R., Ossa Latinitatis sola. Ad mentem Reginaldi rationemque (Washington, 2016); FOSTER R. – MCCARTHY D., Ossium carnes multae e Marci Tullii Ciceronis Epistulis (Washington, 2021); PAVANETTO C., Elementa linguae et grammaticae Latinae (Roma, 2016); Id., Romanorum Litterae et opera aetatis nostrae gentes erudiunt (Roma, 2018); Testi classici scelti dalle edizioni filologiche; Dispense di argomento tecnico-scientifico a cura del docente. N. B. Di ogni manuale sarà presa in considerazione una scelta di argomenti coincidenti con la seconda parte del testo. Letture consigliate: EGGER C., Roma aeterna (Isola del Liri, 2000); PAOLI U. E., Ciceronis filius (Firenze, 1964); PISINI M., Paginae, in “Latinitas” 2 (2010), pp. 112-133.

NOTE

Modalità esame: Prova scritta Lo studente preparerà una breve narrazione in latino su tema personale o assegnato dal docente, presenterà una recensione in latino su un libro di cultura classica pubblicato negli ultimi tre anni, elaborerà un breve articolo scientifico (mx. 5 pp.) o di commento a un passo di autore classico, o su problemi testuali inerenti un apparato critico ad paginam, o di natura grammaticale. Prova orale Lo studente valuterà con il docente i risultati stilistici dei suoi elaborati e commenterà con lui le correzioni. Note: L’obiettivo principale del Corso consiste nel guidare gli studenti alla comprensione dell’evoluzione dello stile latino dall’età imperiale a quella cristiana e presuppone approfondimenti scientifici della Grammatica Latina, della Retorica e della Prosa metrica classica, curati con dispense del docente.